Saturday, Nov 01st

Last update11:21:51 PM GMT

::: Home

Ispettorato del Lavoro: controlli a vasto raggio nei cantieri di Lentini e Carlentini raggio

E-mail Stampa PDF

lavorosommerso
Ispettorato del Lavoro: controlli a vasto raggio nei cantieri di Lentini e Carlentini raggio
  • Prec.
  • 1 of 2
  • Succ.
Da circa una settimana l’Ispettorato Provinciale del Lavoro di Siracusa ha intensificato i controlli in campo sulle attività operative svolte da diverse aziende della provincia, nel settore edile, per garantire la sicurezza dei luoghi di lavoro e contrastare il lavoro nero .
Le verifiche, portate avanti dagli Ispettori del Lavoro con la collaborazione del Nucleo dell’Arma dei Carabinieri, scaturiscono dalla sempre maggiore esigenza, avvertita su tutto il territorio nazionale, di arginare il pericoloso fenomeno delle “morti bianche”, e più in generale di tutelare la sicurezza sul luogo di lavoro spesso attentata non solo dalla scarsa attenzione alle più basilari norme di sicurezza ma anche dalle anomale procedure di impiego di lavoratori “in nero”, ai quali non vengono garantiti i diritti basilari del lavoratore.
Al fine, pertanto, di “garantire la sicurezza sul lavoro e combattere il sommerso”, alle recenti visite ispettive effettuate in alcuni cantieri edili ubicati ad Avola congiuntamente alla Polizia di Stato , gli Ispettori del Lavoro hanno dato seguito ad una serie di verifiche nel territorio di Lentini, Carlentini e Brucoli.
Tale attività ha portato alla luce, oltre ad una serie di segnalazioni, la grave situazione di due cantieri:
il primo ubicato a Brucoli dove è stata accertata la presenza di n.3 extracomunitari privi del permesso di soggiorno. Oltre allle sanzioni amministrative, a carico del Datore di lavoro è scattata la denucia all’A.G. per violazione della Legge Bossi Fini sull’immigrazzione.
Il secondo ubicato a Carlentini in cui l'impresa operava in subappalto su una commessa di appalto pubblico utilizzando il 100% della forza lavoro in nero.
In questo caso, in aggiunta alle sanzioni di legge, è stata effettuata specifica segnalazione alla Stazione applatante per gli interventi cautelativi di competenza
Su 10 aziende ispezionate nei confronti di 8 Datori di lavoro sono state accertate n. 18 violazioni al Vigente Testo Unico sulla sicurezza dei luoghi di lavoro che determineranno altrettante segnalazioni alla Competente Autorità Giudiziariae e che comportano l’applicazione di sanzioni per oltre 20.000 Euro
E’ stata,inoltre, acclarata l’occupazione in nero di n. 10 lavoratori .
Gli Ispettori del Lavoro hanno proceduto, pertanto, all’adozione, ai sensi dell’art. 14 del Testo Unico sulla Sicurezza, del Provvedimento Cautelare della Sospensione dell’Attività Imprenditoriale a carico di n. 5 Aziende che occupavano lavoratori in nero in misura superiore al 20% di quelli presenti all’atto dell’accesso ispettivo.
Sono state, nel contempo, comminate Sanzioni Amministrative per oltre 30.000 Euro ed in particolare sono state applicate n. 5 maxi sanzioni contro il lavoro nero, ai sensi dell’art 36 della Legge n. 248/06.